Aggiornamenti dei progetti

Condivisione (la riportiamo esattamente come scritta da Sr. Jeanne..) COMMOVENTE!

Buongiorno Silvia ! 

Auguri per la Pasqua! Abbiamo avuto tanti bambini e tanti adulti che hanno ricevuto il battesimo. Ci sono anche altre persone che ci sono manifestate per diventare cristiani catolici. A Dighilazu per la prima volta c’è la prima copia che si è spostata e 12 persone che sono state battezzate. E’ la prima volta che abbiamo avuto questo. Sapete perché ? Siete voi che gli avete convertiti tramite le vostre opere di carità con i progetti realizzati. Grazie infinitamente. Grazie a tutti i generosi benefattori di San Antonio. Grazie per tutti i progetti realizzati. Infatti non si sono convertiti per le cose che sono state fate ma per lo spirito con il quale L abbiamo fato : « aiutargli perché anche loro sono figli di Dio ». Grazie mille perché ci avete aiutato ad aiutargli. Siamo tutti felicissimi. 
Grazie mille per nostro il lavoro che avete apprezzato. Grazie mille per la seconda rata che ci invierete. Ci permetterà di continuare i lavori con tanta gioia. Dio vi benedica ! Grazie ! 

Suor Jeanne Pascale

Ecco il primo resoconto

A parte l'aumento del costo del cemento, tutto procede secondo i tempi prestabiliti e senza particolari difficoltà.

Sono state aumentate le dimensioni per rendere la sala più confortevole ed ampia.

Ecco la nostra Sr. Jeanne!

Buongiorno Silvia ! 

Come state ? Vi ho inviato un po’ di foto per poter darci una idea della realizzazione del progetto della sala polyvalente di Dighilazu. Siamo contenti di realizzarlo e tutti si danno da fare sopratutto le donne e i ragazzi. 

Grazie mille del vostro sostegno. 

Vi ricordiamo nelle nostre preghiere ! 

Suor Jeanne Pascale 

Il progetto in sintesi

Questa Congregazione è nata recentemente e conta 42 religiose, 5 novizie e 6 postulanti.

Il villaggio di Dighilazou conta 240 abitanti e si trova a sud della parrocchia di Kolouma, dove Caritas Antoniana ha già scavato un pozzo nel 2017 ed ha fornito i pannelli solari ad un dispensario appena stato costruito, necessari per illuminare la struttura e conservare i vaccini, servendo una trentina di villaggi.

La Paroisse catholique Christ-Roi de Kolouma sta attraversando un momento di grande difficoltà perché ci sono molte persecuzioni e i cristiani vengono imprigionati e uccisi e i beni della chiesa vengono confiscati e i terreni occupati.

Ora Sr. Jeanne, vero motore di questa missione (è uscita una sua intervista fatta da Giulia Cananzi sul numero del Messaggero di gennaio 2019), ha pensato di costruire una sala polivalente e multifunzionale. Si è accorta infatti che, dopo la costruzione del dispensario, sono molte le persone che vanno a Dighilazou da tutti i villaggi. La solidarietà africana prevede che in molti vadano ad accompagnare ed assistere una persona malata. Pertanto nella sala verranno organizzati corsi di alfabetizzazione, corsi di puericultura per le donne, momenti di aggregazione per uomini e giovani. I pannelli solari offriranno possibilità di illuminazione notturna.

Referente: Sr. Jeanne Pascale Guilavogui, Servantes de Marie Vierge & Mère