Aggiornamenti dei progetti

Resoconto prima rata

World Friends ha provveduto al sostegno delle attivitá cliniche nutrizionali a favore di donne in gravidanza e bambini presso il RUNH e due strutture sanitarie locali, ovvero Tumaini Clinic (baraccopoli di Korogocho) e Redeemed Gospel Health Centre (baraccopoli di Baba Dogo). Gli ambulatori nutrizionali sono proseguiti regolarmente nei primi 4 mesi dell’anno. Le tre strutture hanno fornito assistenza ad oltre 241 bambini/e severamente sottopeso/malnutriti, al di sotto del quinto anno di etá.

Presso il Ruaraka Uhai Neema Hospital é stato inoltre possibile fornire assistenza avanzata a pazienti pediatrici severamente malnutriti e bisognosi di un trattamento di livello ospedaliero presso il Reparto di Pediatria dello stesso nosocomio.

Nel periodo Gennaio – Aprile 2018 sono stati ammessi presso il suddetto reparto oltre 23 bambini/e con seri problemi di nutrizione

Anche l’attivitá di trattamento periodico / prevenzione dei parassati intestinali é stata avviata all’inizio del 2018; il team di progetto ha effettuato tale trattamento presso 30 scuole nell’arco del primo trimestre dell’anno. Il numero degli studenti che hanno beneficiato di tale trattamento é di 9.294.

 

TESTIMONIANZA:

Michael  é stato ricoverato presso il Reparto di Pediatria del RUNH per diversi giorni. Sua madre Sofia racconta: - “Quando ho portato mio figlio qui al Ruaraka Uhai Neema Hospital il 13 Maggio 2018 appariva inerme e per nulla reattivo a qualsiasi stimolo preveniente dall’ambiente circostante. Era febbricitante. I medici mi comunicarono che si trattava di shock dovuto a disidratazione. Aveva sofferto di diarrea e vomito per circa 5 giorni. Dopo la nascita Michael pesava 1.9 chili, ed é sempre rimasto abbastanza sottopeso purtroppo. Fatica a consumare i suoi pasti, alimentarsi ha sempre rappresentato una difficoltá per lui. Molto speso vomita, a volte inducendosi il vomito. Ció ha significato una continua fluttuazione del suo peso, ed una crescita scostante. Al momento pesa 7.6 chili, e i medici dicono sia ben al di sotto del peso raccomandato per un bambino della sua etá. Ora é stato ricoverato, e ricorre all’alimentazione assistita. La mia speranza piú grande é che si riprenda presto, e che raggiunga uno stato di salute ottimale. Tutti questi problemi, a detta dei medici, sono dovuti ad una serie di deficienze alimentari. Alla sua etá non ha ancora iniziato a camminare – mi auguro davvero possa incominciare presto! Sono fiduciosa che tutto ció possa presto realizzarsi, poiché vedo ed apprezzo la qualitá dell’assistenza che mio figlio sta ricevendo qui al Ruaraka Uhai Neema Hospital.”

Il progetto in sintesi

World Friends, in collaborazione con il Ruaraka Uhai Neema Hospital, due strutture sanitarie partner minori (Tumaini Vlinic a Korogocho e Redeemed Gospel Health Centre a Baba Dogo) nonché 3 sponsor italiani, ha avviato nel 2016 il cosiddetto “Nairobi Nutritional Project”.

Tale progetto intende promuovere la salute dei bambini a rischio o affetti da malnutrizione, potenziando i servizi nutrizionali essenziali presso le 3 strutture sanitarie di vario livello nonché gli interventi di salute scolastica integrandone la componente igienico-alimentare.

L’iniziativa in corso sta ottenendo i risultati sperati soprattutto sul versante clinico: ogni mese una media di 80 bambini a rischio malnutrizione/malnutriti vengono visitati, monitorati e assistiti. Grazie a tutto questo, nei soli primi 10 mesi del 2017, World Friends è stato in grado di identificare oltre 70 bambini gravemente malnutriti e bisognosi i trattamenti specialistici a livello ospedaliero: questi , una volta riferiti presso il reparto di Pediatria del RUNH, hanno qui ricevuto le cure necessarie da parte del team pediatrico e nutrizionale durante tutta la loro lunga degenza.

Purtroppo il progetto in corso non prevede copertura per gli elevati costi di assistenza e degenza di questi casi più gravi – azione progettuale chiave  – che necessita dunque di risorse addizionali.

Qui si inserisce l'aiuto di Caritas Antoniana e dei suoi benefattori.

Referente: Dr. Gianfranco Morino