Aggiornamenti dei progetti

Ci scrive P. Benvenutos:

Reverendissimo Direttore Pd Valentino,
Sia lodato Gesú Cristo!
Le sto scrivendo per darle i progressi della costruzione della casa dei Medici.
In questi tre messi passati era il tempo della pioggia e la gente si impegnava di piú lavorando sui campi per il riso. Grazie al Signore c'é chi  sta raccogliendo la raccolta di riso adesso.
Anche noi avevamo lasciato un po' di spazio per gli operai perché anche loro vivono cultivando la terra. Ma addeso abbiamo iniziato  I lavori.
Reverendo Direttore le mando pure le foto della situazione  attuale della costruzione  per rendere conto i nostri impegni.
Le ringrazio di cuore e mi scusi tanto per I disturbi che ho causato di essere in ritardo.
Cordialli saluti
P. Benvenutus Mtemahanji, Il Parroco di Kisawasawa.

Oggi arriva una foto di aggiornamento

Foto di copertina

Da P. Benvenutos:

Reverendissimo Padre Valentino, Sia Lodato Gesu Cristo! 

Ringraziamo il Signore che I lavori vanno avanti bene. É uscita una bella grande struttura. Potete vedere sulle foto che mostrano a che punto siamo arrivati.

Abbiamo fatto tutta la costruzione della struttura dalla fondamenta, I muri,  wall plate e septic tank ( pozzo biologica). Questo é stato possibile grazie per la prima rata che ci avete mandato. 

Grazie mille

P. Benvenuto Mtemahanji Parroco di Kisawasawa. 

Il progetto in sintesi

Fr. Benvenutos è parroco di Kisawasaka, un villaggio che si trova lungo la strada tra Mikumi e Ifakara.

Il primo dispensario è nato nel 1929 grazie ai Frati Cappuccini, ma nel 2010 il governo, grazie ai lavori fatti e alle strumentazioni ottenute, lo ha elevato a centro di assistenza sanitaria.

Serve più di 30.000 persone e manca di uno staff medico adeguato e un maggior numero di infermieri. Attualmente vi lavorano solo un medico assistente, due suore Orsoline (un tecnico di laboratorio e una amministrativa), un’infermiera ostetrica e 4 infermiere ausiliarie. È necessario dotarsi di almeno 6 dottori qualificati: un pediatra, una ostetrica, un chirurgo, un anestesista, un medico radiologo e un dentista. Il governo è disposto a pagare gli stipendi a questi medici, ma ad una condizione: che vi siano le abitazioni per loro e le loro famiglie.

La distanza tra l’ospedale di Ifakara e Kisawasawa è di 55 km, ma considerate le condizioni delle strade comporta un viaggio di molte ore. È per questo motivo che il governo si è reso disponibile a sostenere questo centro sanitario, dando il permesso di avere fino a 40 letti per i ricoveri.

Si vuole quindi costruire 3 blocchi con due appartamenti ciascuno che possano ospitare i 6 medici con le loro famiglie.

A noi ne chiedono uno, mentre per gli altri due stanno già chiedendo ad altre organizzazioni.

Referente: Fr. Benvenutos Mtemahanji