Aktualisierung der Projekte

E anche questi 200 aratri sono stati realizzati!

P. Franco manda il primo resoconto:

Carissimo direttore

Ho la gioia di dirle che abbiamo già utilizzata la prima rata del vostro versamento per fabbricare  81 aratri a trazione bovina al prezzo di 80.000 cadauno per la somma totale di 6.480.000 franchi CFA .

All’annuncio del vostro versamento di 10.000 euro all’inizio del mese scorso  abbiamo immediatamente messo all’opera i nostri 5 fabbri-saldatori, versando loro  un primo acconto. Così sono partiti nella capitale N’Djamena, situata a 550 kilometri da Mongo per comperare la ferraglia adatta alla fabbricazione degli aratri. Ferraglia che qui a Mongo è introvabile.  

Evidentemente, data la crisi internazionale anche il prezzo della ferraglia è aumentato..

Comunque sono tutti rientrati e si sono messi al lavoro per fabbricare le componenti a loro affidate secondo i moduli da noi forniti. Infatti i 5 fabbri-saldatori che posseggono officine in proprio non posseggono macchinari adatti a fabbricare i pezzi più importanti che sono : la roulette (ruota), e  il soc (vomero) .

Una volta ricuperati i componenti fabbricati dai 5 fabbri, i nostri tecnici hanno completato il lavoro nella nostra officina di Foi et Joie. Il costo finale degli aratri è evidentemente aumentato per attestarsi sugli 80.000  cfa l’unità, pari a 123 euro.

Questo era evidentemente previsto fin dall’inizio della crisi internazionale provocata dalla guerra in Ucraina.

Secondo la nostra prassi abituale gli aratri sono stati consegnati al segretario permanente della Federazione delle banche dei cereali per metterli sul terreno alla disposizione dei contadini della federazione.

Siamo quindi pronti per continuare la produzione con la seconda rata. Noterete che i prezzi sono aumentati  a causa della crisi generale dei trasporti e del commercio.

Con  i nostri ringraziamenti più calorosi e la speranza che passi il brutto momento che stiamo vivendo sia in Tchad che nel mondo intero.

Un gran saluto alle sue gentili collaboratrici .

P.Franco Martellozzo 

Das Projekt

Continua la collaborazione con P. Franco e con la costruzione degli aratri. Ultimo rif. prog. *7643

Scrive P. Franco: “Sono già parecchi anni che Caritas Antoniana aiuta la Federazione delle Banche dei Cereali di Mongo a fornire aratri di qualità in favore dei 40.000 contadini che fanno parte della nostra organizzazione. Fino a pochi anni fa i contadini ignoravano massivamente l’uso dell’aratro a causa delle guerre continue e scorrerie di ribelli. Gli aratri a trazione animale sono pertanto il mezzo più eccellente per migliorare la produzione e quindi raggiungere lentamente il traguardo dell’autosufficienza alimentare che fissa le popolazioni il loro territorio senza bisogno di emigrare. Un contadino proprietario di un aratro può coltivare una superficie tre volte superiore a quella di chi ne è privo. E’ chiaramente provato che un giovane possessore di un aratro e di un animale da trazione (bue, cavallo o asino) non ha voglia di abbandonare la sua terra e cercar fortuna altrove. Grazie all’aiuto di C.A. e di altri partner, siamo riusciti a fornire circa 3.000 aratri robusti e i risultati sono visibili nella produzione dei cereali. Per questo intendiamo continuare l’operazione per equipaggiare lentamente tutti i nostri soci di un aratro.”

Al progetto collaborano dal 2018 la Caritas del Vicariato apostolico di Mongo insieme alla federazione delle banche dei cereali del Guera-Batha-Salamat

Il costo del progetto prevede la fabbricazione di 200 aratri al prezzo di circa € 100 l’uno

Referent: P. Franco Martellozzo