Projects updates

Aggiornamento dalla signora Gloria

Il container è stato preparato  il 23 luglio e l’arrivo e' previsto per la prima parte di ottobre.

Tra giugno e luglio sono nati 24 capretti, di cui 22 sono sopravvissuti. A fine agosto cominceremo a mungere le capre, ad eccezione di 3 capre che hanno partorito nella seconda metà di luglio, per le quali attenderemo fine settembre. Dal momento che quando cominceremo a mungere il container non sarà ancora arrivato, useremo una piccola quota di latte per formare i nostri due lavoratori e venderemo la restante parte del latte.

A metà luglio sono cominciati i lavori di costruzione del laboratorio di produzione del formaggio e della stalla. I lavori stanno procedendo un po’ più lentamente del previsto sia perché la ditta che si occupa della costruzione ha deciso di cominciare i due lavori insieme (per contenere i costi di costruzione) sia perché data la situazione politico-economica globale alcuni materiali necessitano di più tempo per essere reperiti. 

Per quanto riguarda il laboratorio, per ora è stata eretta la parete mancante, lasciando lo spazio per la porta di ingresso, come potete vedere in foto. Lunedì verrà l’elettricista per l’impianto elettrico e martedì l’idraulico, che installerà il lavandino, dopo di ché sarà installata la finestra e saranno messe le piastrelle sia sul pavimento che sul muro.

Per quanto riguarda invece la stalla, dopo aver pulito e livellato il terreno sono stati installati 18 pali che andranno a sorreggere sia la tettoia che la piattaforma rialzata (foto). I pali sono stati messi a 50 cm di profondità. La prossima settimana verranno costruite le colonne di mattoni che contribuiranno a sorreggere la struttura rialzata. 

I lavori dovrebbero essere portati a termine entro la fine di agosto in modo da cominciare la mungitura nella nuova stalla. 

The new project

L’Associazione “Pope John the 23rd” è parte integrante dell’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata in Italia da Don Oreste Benzi nel 1968, in Zambia dal 1986. Oggi è composta da membri italiani e zambiani (circa 150). Il ‘Cicetekelo Youth Project’ è una realtà complessa, che necessita di strutture e risorse adeguate per poter sopravvivere e progredire. In quest’ottica intendono concentrarsi sullo sviluppo delle cosiddette “IGAs – Income Generating Activities”, ovvero tutte quelle realtà che permettono la realizzazione di prodotti e di utili che vengono consumati direttamente o reinvestiti all’interno del progetto stesso, a sostegno della parte sociale. L’obiettivo finale è quello della completa autonomia di CYP, che dovrebbe idealmente autosostenersi ed essere svicolato da donazioni e finanziamenti esterni.

Oggetto di questa richiesta, è un piccolo caseificio per la produzione di formaggio di capra, prodotto totalmente assente sul mercato zambiano.

Il progetto prevede: l’acquisto di capre (25 femmine e 2 maschi), la costruzione di una nuova stalla e il riadattamento a caseificio di uno spazio inutilizzato, l’acquisto delle varie attrezzature per il caseificio e l'assunzione di due lavoratori, uno che si occuperà principalmente degli animali, e uno della lavorazione del latte.

Gli utili del caseificio andranno interamente a supportare le attività del CYP, a parte il necessario per le spese di mantenimento, produzione e stipendi.

Attualmente sostengono più di 300 bambini e giovani tra i 7 e i 22 anni di entrambi i sessi, con: supporto nutrizionale, sanitario e psicosociale, attività educative, ricreative e sportive, alloggio nei casi di estrema necessità e educazione scolastica, formazione professionale. Questo progetto permetterebbe inoltre la creazione di posti di lavoro all’interno della fattoria sempre per questi ragazzi.

Il caseificio comincerà a produrre utili da fine luglio 2022. Prevedono una produzione media iniziale di 50 lt. di latte al giorno per produrre circa 10/12 caciotte al giorno. A due mesi dalla nascita dei capretti inoltre, dopo una selezione degli animali migliori, venderanno i restanti, garantendo così un utile aggiuntivo annuo. Il caseificio si manterrà quindi autonomamente, garantendo le spese necessarie e il pagamento degli stipendi.

Project referrer: Sig.ra Gloria Gozza