Actualizaciones de proyectos

Sentivamo di condividere con voi questo messaggio del caro Dott. Morino, in prima linea per aiutare gli ultimi...

Carissimi,

Abbiamo visitato 785 pazienti, dei quali 693 bambini al di sotto dei 5 anni che hanno ricevuto un supplemento nutrizionale; 184 sono stati sottoposti ad ulteriori visite di controllo.

Sono stati inoltre ammessi presso il reparto 22 bambini/e con seri problemi di malnutrizione. E 5.430 studenti hanno potuto ricevere il trattamento antiparassitario.

Sono state tenute 34 lezioni di educazione nutrizionale presso alcune scuole.

Vi spero bene in questo tempo difficile.

Qui ogni giorno incontriamo persone sempre piu’ povere e nel bisogno in questo tempo virale...

Confido nella vostra amicizia e preghiera.

Un grazie riconoscente ed un augurio per un anno migliore.

Gianfranco

Aggiungiamo anche una toccante testimonianza:

Nel 2018, Natasha e sua madre Grace hanno partecipato per la prima volta alle attività del Nairobi Nutritional Program, presso Mwangaza Ulio Na Tumaini Health Center, a Korogocho. All'epoca N. aveva 8 otto mesi e pesava 4 kg, il che era preoccupante, considerando la sua età. Infatti 4 kg sarebbe un peso adeguato per il primo mese di vita. Inoltre, la bambina non aveva raggiunto le tappe di acquisizione per la sua età (controllo del capo, capacità di stare seduta da sola ed iniziare a mantenere la posizione eretta con supporto), a causa del mancato sviluppo muscolare e delle condizioni di rachitismo infantile, che determinavano scarsa crescita ossea. La madre, Grace, gestiva allora una piccola attività per aiutare a mantenere la sua famiglia, ma purtroppo ha dovuto chiuderla, per potersi prendere cura della figlia, con conseguenze economiche nei confronti del nucleo familiare. Inizialmente Natasha non rispondeva bene neanche all’introduzione di latte artificiale, fornito su base settimanale senza specifiche visite periodiche in regime ambulatoriale, per questo con poca sostenibilità: questo ha contribuito inizialmente al peggioramento del suo stato nutritizionale. Grace ha dunque incontrato Winnie, una delle nutrizioniste responsabili del Programma nutrizionale di Nairobi. Dopo aver ascoltato la storia di Natasha, Winnie ha suggerito un piano dietetico, che sostituiva il latte formulato con la pasta di arachidi, e che si è rivelato di successo, poiché la sua bambina ha iniziato a mostrare progressivamente segni di miglioramento. Winnie ha anche indirizzato Grace da un fisioterapista, dopo aver notato che Natasha avrebbe avuto bisogno di cure mediche per aiutare i suoi muscoli a guadagnare la forza necessaria per camminare. Parte del lavoro svolto durante il Programma nutrizionale di Nairobi consiste nell'insegnare alle madri come cucinare i pasti per i propri figli nelle diverse fasi di sviluppo attraverso corsi di cucina. Da queste lezioni, Grace ha imparato come preparare il cibo che avrebbe garantito una dieta equilibrata e adeguata a seconda delle diverse fasi del suo sviluppo. La bambina ha continuato a mostrare segni di miglioramento man mano che cresceva e nei controlli periodici. Anche la fisioterapia funzionava, perché in poco tempo Natasha non solo ha imparato a camminare, ma aveva cominciato a correre e ripreso a giocare. Anche dopo che Natasha si è ripresa ed è diventata una bambina vivace e piena di energia, Grace ha continuato a partecipare alle visite ambulatoriali periodiche, convinta della sua utilità, come si evince dalle sue parole:"(Natasha) ha continuato bene e il progetto l'ha davvero aiutata. Questo programma dovrebbe continuare e grazie per essere stati con me tutto questo tempo". Sono passati quasi 3 anni da quando Natasha ha iniziato questo percorso che si è concluso con un lieto fine, come dimostra la visita al raggiungimento dei tre anni di età eseguita tramite il programma nutrizionale questo ottobre 2021.

El proyecto

Da oltre 15 anni World Friends lavora nelle periferie di Nairobi contro la povertà e le disuguaglianze, con interventi principalmente in ambito socio-sanitario, educativo e nutrizionale. Collabora con il Ruaraka Uhai Neema Hospital, con due strutture sanitarie partner minori e con 3 sponsor italiani avviando nel 2016 il cosiddetto “Nairobi Nutritional Programme”.

Caritas Antoniana collabora da molti anni con il Dr. Morino, apprezzandone le qualità operative.

La presente proposta vuole essere un intervento di contrasto agli effetti collaterali alla pandemia nelle baraccopoli a nord est di Nairobi, per 12 mesi.

Verrà creato un ambulatorio nutrizionale/materno infantile all’interno dell’ospedale di riferimento, con visite nutrizionali, provvigione di supplementi nutrizionali indirizzati ai bambini inferiori ai 5 anni e alle loro madri.

Dopo una fase di formazione degli operatori da parte di personale esperto, si passerà alla fase pratica di somministrazione di alimenti e integratori necessari.

Referente: Dott. Gianfranco Morino