Aggiornamenti dei progetti

Prima parte completata. Ci scrive Sr. Francisca:

Cordiali saluti nel Signore.

Prima di tutto mando dalla Comunità Religiosa, dai bambini e dai giovani della scuola, i nostri più sinceri auguri di Congratulazioni per il Santo Natale 2021. Quindi speriamo anche che l'arrivo del nuovo anno sia pieno di benedizioni, amore e tenerezza di parte di Dio per Caritas Antoniana, il Reverendo Direttore, tutte le compagne della Caritas e per te Silvia.

Siamo molto grati di tutto alla Divina Provvidenza, a San José e naturalmente a San Antonio. Il patio ristrutturato sembra molto bello. 

Al termine del progetto, prepareremo un breve video di tutto il lavoro svolto e ve lo invieremo. Abbiamo questo desiderio di condividere con voi la nostra gioia e gratitudine a Dio e a tutti voi.

La seconda fase dei lavori dovrebbe iniziare i primi giorni di gennaio 2022, se Dio lo permetterà.

Auguro a tutte le feste di Natale felici e molte benedizioni di Dio.

Cordiali saluti

Sr. Francisca

I lavori sono iniziati il 30 novembre, come ci racconta Sr. Francisca:

Con il martello pneumatico è stato smantellato il vecchio cortile. 

Molta parte del lavoro è manuale ma siamo molto contenti perchè il tempo buono ci sta aiutando.

Chiediamo a Dio che rivolga su di voi la Sua benedizione

Il progetto in sintesi

L'Istituzione "Antonio Provolo" della città di San Lorenzo, appartiene alla Congregazione religiosa di diritto pontificio,"Suore della Compagnia di Maria", per l'educazione e la formazione integrale delle persone con disabilità uditiva e in altre situazioni di vulnerabilità.

La Congregazione fu fondata dal Venerabile P. Antonio Provolo a Verona nel 1841 e 85 anni fa si è espansa in America Latina: Argentina, Bolivia e da 49 anni in Paraguay.

L'Istituzione è privata ed e sovvenzionata dal Ministero dell'Educazione e delle Scienze.

La città di San Lorenzo si trova a 12 km da Asunción, la capitale del paese.

Il progetto, desiderato da anni, consiste nella ristrutturazione del pavimento del cortile della scuola che è molto deteriorato.

Scopo di questo lavoro è infatti quello di poter garantire la qualità del servizio ma soprattutto salvaguardare la sicurezza degli studenti che frequentano la scuola.

I beneficiari diretti sono circa 265 persone, tra alunni (36 alla scuola dell’infanzia, 114 alla primaria e 72 alla secondaria), insegnanti (38) e personale di servizio (5).

Referente: Sr. Francisca Perez Bazan