Aggiornamenti dei progetti

Ecco i letti!!!

Buongiorno a tutti,

ho il piacere di comunicarvi l'arrivo dei letti al dispensario di Mvimwa. In allegato le foto.

 

Sarà nostra cura aggiornarvi sulle fasi successive di implementazione del progetto.

 

Grazie ancora per il vostro sostegno e a presto.

Laura 

Ci scrive Padre Lawrence che segue il progetto:

Il progetto di costruzione del dispensario si era chiuso nel corso dell'anno. Il materiale sanitario era necessario per avviare il reparto maternità.

Gli attrezzi fatturati sono pervenuti in ottimo stato e installati da un ingegnere tecnico della società venditrice. 

I letti non erano subito disponibili e verranno forniti a gennaio 2020. Stiamo valutando di utilizzare quelli vecchi e fatiscenti in attesa di quelli nuovi, pur di curare questi fratelli.

Ringraziamo di cuore tutti i benefattori. Dio vi benedica

Il progetto in sintesi

Il monastero di Mvimba è composto da 96 monaci tutti africani. Qui vi è un dispensario a servizio di oltre 20.000 persone che vivono nel distretto di Sumbawanga, in condizioni di estrema povertà.

Il Monastero svolge un ruolo sociale di primaria importanza per assistenza sanitaria e educativa grazie al dispensario che ha 20 posti letto, una scuola primaria con 350 bambini, scuole professionali per elettricisti e meccanici e una scuola secondaria con oltre 1.000 studenti a circa 60 km.

Tuttavia il dispensario è stato costruito più di 20 anni fa senza criteri di sicurezza sanitaria e oggi non è più adeguato.

È stato avviato un progetto di ampliamento che prevede la creazione di due nuovi blocchi: il primo, che dispone di reparto maternità, pediatria e neonatologia con relativi arredi e attrezzature medico sanitarie; il secondo blocco con cucina e mensa per i malati e un’aula didattica. La struttura del primo è stata completata, grazie ai monaci e alla popolazione locale. Ha una superifice di 700 mq, di cui 500mq saranno occupati dalla maternità e 200mq dal reparto pediatrico e neonatologia.

Oggetto della richiesta è quindi la fornitura di attrezzature mediche e dei pannelli solari per il primo blocco.

Sono già presenti medici e infermieri regolarmente assunti, che operano già nel dispensario.

Referente: P. Lawrence Samson Ntiyakila, African Benedectines