Aggiornamenti dei progetti

Il Covid-19 non consente di proseguire in questo momento. Si preoccupano per noi...e pregano per noi!

Dear Caritas Management Team

Greetings of the season to you from MOB Rural Health Centre, Mandya. We pray and wish for your good health.

Here in India too we are facing lock down situations to prevent the spread of this pandemic disease. Due to this particular situation we could not go forward with our project as planned.  

Apart from this project of the Hall during this lock down time the organisation was able to reach out to some of our poor families of the beneficiaries. The Government of India is providing rice and wheat and we have distributed other necessary groceries to these families. For this we are mobilizing funds locally and we are still doing it as we need to reach out to these deserving families.

We hope that as soon as the lock down is over we will be able to complete the project that is planned. We can only have positive thoughts and hope.

Please stay at home and be safe

With prayers

Sr. Printo Mathew

Primo resoconto. Con la prima rata sono stati acquistati mobili per la sala

Dear  Caritas friends, 

I write this mail to you with heart full of gratitude for your generous help which has enabled us to materialize for the purchase of furniture for the hall.

With thanks and prayers

Sr. Printo Mathew

Il progetto in sintesi

Il MOB RHC, centro di servizi sociale delle Figlie della Chiesa, è iniziato nel 1992 per il trattamento e la riabilitazione delle persone colpite dalla lebbra nello stato del Karnataka. Nel Distretto di Mandya infatti era ancora presente la lebbra e anche se oggi è quasi debellata, grazie al lavoro di questo Centro sono stati visitati uno per uno più di 1 milione di persone, individuati i casi di lebbra, seguiti e curati i lebbrosi nelle loro case, o presso gli ambulatori aperti per questo.

Oggi, grazie al loro lavoro unitamente a quello del Governo, l’incidenza della lebbra è diminuita in modo significativo e il Centro ha ampliato i suoi servizi ad altre aree: l’emancipazione delle donne, la cura e la prevenzione dell’HIV/AIDS, la riabilitazione basata sulla comunità delle persone diversamente abili (nel distretto è molto diffusa la disabilità fisica e psichica) e infine le donne senza fissa dimora. 

Una sala polifunzionale era stata costruita fin dall’inizio per le iniziative di formazione, incontri dei disabili, giornate di sensibilizzazione e prevenzione, laboratori e tante altre iniziative sociali. Tuttavia era stata costruita con materiale scadente e pericoloso. Doveva essere demolita perché andavano consolidate le stesse fondamenta.

Nel 2016 le suore hanno approfittato di un programma del Governo locale che finanziava il 50% per ‘aiuti per sale di comunità’ e con l’altra metà del finanziamento da parte della Congregazione, l’hanno ricostruita.

Ci sono ancora alcune cose da completare; tuttavia ad agosto 2019, alla presenza del vescovo e della madre generale e delle autorità locali, hanno inaugurato questa struttura.

La necessità attuale è per l’arredo, la funzionalità e la sicurezza. 

Referente: Sr. Printo Mathew, Suore Figlie della Chiesa