Aggiornamenti dei progetti

E' bello sapere di aver contribuito a far sorridere queste 100 mamme con i loro piccoli!

Carissime,

ecco il rapporto prigione, in questi giorni e' stato possibile incontrare il Direttore per permetterci di prendere delle foto,incontrare i gruppi che sono stati formati .

Le 100donne e 50 bambini loro figli incontrati in carcere, hanno manifestato un gioioso ringraziamento perche' il progetto ha dato loro la speranza di ogni giorno d' aver un obbiettivo e in caso di liberazione continuare nei loro villaggi il progetto.

Queste le attività svolte: formazione alle donne sulla fabbricazione delle bambole, delle stuoie, dei sottopentola dei cesti,degli animali di stoffa,delle borse e oggetti con foglie di banana.

Sono stati creati 10 gruppi e ogni gruppo 10 donne, 2 formatori, 1 per creare le bambole e 1 per le stuoie e sottopentola. E' stato acquistato e distribuito il materiale per la fabbricazione degli oggetti.

All'inizio della formazione le bambole venivano cucite a mano, ma richiedeva troppo tempo, allora la Caritas di Ruhengeri ha acquistato 5 macchine da cucire, per migliorare la produzione e ridurre i tempi.

Al termine della pena le beneficiarie del progetto possono continuare a casa loro a creare oggetti, migliorando le loro condizioni.

Le mamme con bambini, usufruiscono indirettamente del progetto alimentazione per i loro piccoli, trattamenti sanitari in caso di malattia e così pure i malati.

 

Il progetto in sintesi

La Caritas Diocesana di Ruhengeri interviene interviene con viveri e abbigliamento all'interno del carcere di Musanze si trova al nord del Rwanda nella città di Ruhengeri, a 1km dal Vescovado.

Attualmente ci sono circa 3000 persone tra uomini, donne e bambini.

I bisogni principali all'interno del carcere sono: alimenti, vestiario e cure sanitarie che migliorano le condizioni di vita.

Poiché tuttavia le risorse sono limitate, per rispondere a certi bisogni e necessità, hanno pensato a questo progetto che ha lo scopo di far lavorare le detenute con prodotti di artigianato, fabbricando dei cesti, stuoie e altro materiale x essere venduto all'esterno del carcere. 
La Caritas di Ruhengeri sosterrà economicamente le 2 persone esterne che aiuteranno  a formare le donne all'interno del carcere, per fare cesti, stuoie,  sottopentole, bambole, ecc...

I Beneficiari diretti saranno 150 persone di cui 100 mamme e i loro bambini,

Referente: Abbé Theoneste Munyankindi