Aggiornamenti dei progetti

Aggiornamento

Aggiornamento

Carissime Claudia e Silvia,

buongiorno e saluti da Elmina.

Ecco nuove foto che mostrano il progresso dei lavori.

P. Martino

Secondo Resoconto

Con la seconda rata è stato fatto il riempimento del terreno, preparando il fondo per la gettata in cemento e si è proceduto all'innalzamento dei muri.

Primo resoconto

I lavori fatti con la prima rata: livellamento del terreno, scavo delle fondamenta e gettata, e pareti con i blocchi di cemento fino all’altezza in modo da realizzare il riempimento con materiale – laterite per poi fare la gettata di cemento – pavimento dell’edificio.

E' stato acquistato il materiale (cemento, ferro, ghiaia, sabbaia, blocchi di cemento, legname.

Si può procedere con la seconda parte dei lavori.

Partiti i lavori!

Carissime Silvia e Claudia,

saluti da Elmina. 

Vi mando 6 fotografie dei lavori iniziati oggi 17 Giugno..

Grazie.

P. Martino

Il progetto in sintesi

Il Centro di Preghiera di Saltpond dove, presso il Convento risiedono i frati ofm conv, è molto ricercato e frequentato; riceve infatti gente da tutte le parti del Ghana ma anche dalla Costa d‘Avorio, dalla Nigeria e dal Burkina Faso. Sacerdoti, religiosi e laici vi accedono per pregare, per gli esercizi spirituali e per le varie celebrazioni. 

La presente richiesta riguarda la costruzione di una Cucina e di altri ambienti necessari quali un magazzino, servizi igienici, una cucina ‘africana’ in una zona aperta, un ampio refettorio, uno snack bar e un book shop (libreria), dove la gente abbia la possibilità di acquistare qualche libro o souvenir.

Il luogo del progetto è vicino ai bagni costruiti (con il finanziamento di C.A.) nel 2017-18 e sarà vicino anche ad un altro progetto la cui costruzione inizierà molto presto probabilmente nel mese di Giugno, che è la costruzione di un dormitorio per accogliere i pellegrini…Quindi la realizzazione di questo progetto della Mensa sarà molto importante perché offrirà loro un luogo dove mangiare. Sarà realizzato nell’arco di un anno”. 

I beneficiari saranno tutte le persone che accederanno al Centro, che dalle statistiche del 2019 risultano essere più di diecimila.

Referente: P. Martino Corazzin ofm Conv.