Aggiornamenti dei progetti

Il materiale è stato finalmente caricato sul container, come ci scrive il nostro intermediario.

Il materiale è stato caricato sul container alla data del 27 ottobre 2021 e sta navigando già con destinazione Douala e poi Ciad. Data prevista di arrivo a fine dicembre, se tutto va bene.

Il fornitore aveva assicurato che il materiale sarebbe arrivato per fine settembre nel luogo dove caricavamo il container. Purtroppo in settembre ci è stato comunicato che, a causa di una rottura di stock delle batterie, l’invio ritardava di 3 settimane. Questo inconvceniente ci ha portato a spostare l’invio del container alla data del 27 ottobre 2021. 

All’arrivo del materiale a Ku Jéricho, previsto per fine dicembre, si affronterà l’iter dello sdoganamento e poi la ditta che abbiamo scelto in loco comincerà a installare  l’impianto solare . Questa operazione durerà una quindicina di giorni.

 

    Ci scrive il nostro intermediario Roberto:

    Buongiorno Silvia,

    Purtroppo il materiale solare che doveva arrivare a metà settembre per essere spedito con container in Ciad non è arrivato. La Società si scusa ma in questo momento ci sono delle difficoltà nella fornitura delle materie prime e tecnologiche e prevedono un ritardo di 5 settimane. Arriverà a fine ottobre...... speriamo.

    Mettiamo tutto nelle mani di Dio.

    Fraternamente

    Roberto

    Aggiornamento da Roberto Rota, nostro intermediario

    Buongiorno Silvia,

    Attualmente il Padre Elysée si trova in Burundi, suo Paese natale, in missione ma a giorni tornerà.

    Il materiale solare, già ordinato, arriverà alla sede di partenza del container entro il 15 settembre. Sarà inviato verso fine settembre in Ciad.

    Fraternamente

    Roberto

    Il progetto in sintesi

    Questa richiesta è inserita in un progetto più ampio che si è sviluppato nel tempo. Infatti, questo Centro, che da 4 anni è gestito da P. Niyokindi Elysee, è stato concesso dal Vescovo di Moundou nel 2006 e ha avuto un notevole sviluppo negli ultimi 10 anni in questa zona priva di strutture di tipo educativo, sanitario e di formazione.

    A questo proposito Chemin Neuf, in collaborazione con le autorità tradizionali e la Chiesa locale, ha contribuito in questi anni alla realizzazione di una scuola, che oggi conta 2 classi di scuola materna e 6 di elementare per un totale di 330 bambini, di un Centro Medico che oltre a dispensare le cure primarie, cerca di sviluppare un’attività di educazione sanitaria e di prevenzione in relazione a programmi locali, nazionali e internazionali. 

    Il Centro soffre ormai da parecchi anni della mancanza di elettricità, che non viene fornita dallo stato poiché la Società elettrica statale non copre questa zona che si trova a 20 Km dalla città di Moundou. Il Centro è quindi costretto a prodursi l’elettricità attraverso un gruppo elettrogeno che ha tuttavia grossi limiti. La necessità è quindi di dotarsi di un sistema solare fotovoltaico che sia in grado di produrre energia sia di giorno che di notte. Dopo un investimento iniziale, il costo dell’elettricità sarà così ridotto alla manutenzione ordinaria e a eventuali e saltuari sostituzioni di componenti. Verrà inoltre ridotto l’inquinamento del 95%.

     

    Referente: P. Niyokindi Elysee