Aggiornamenti dei progetti

Fr: Elias ci dà un aggiornamento sulla prima rata:

Questo progetto ha come sottotitolo (per noi) "una candela accesa". Questo perchè il vostro aiuto è una luce nella vita di questi fratelli.

La prima rata era destinata all'acquisto di prodotti alimentari, scatole e alcuni materiali per il lavoro e per pagare alcuni giovani come contributo per il loro lavoro, anche per il trasporto. 

Abbiamo comprato subito alcuni prodotti per tutto l'anno, altri per i primi 4 mesi (quello che non era deperibile).

Ogni mese abbiamo fatto 90 scatole per altrettante famiglie, mentre altre sono venute in convento per prendere il cibo; altre sono state visitate direttamente a casa loro e abbiamo portato noi il cibo. Ciascuna scatola contiene 27 prodotti di cose essenziali utilizzate dalle famiglie libanesi.

La difficoltà incontrata è relativa all'aumento dei prezzi e anche al grande numero di famiglie che ha bussato al nostro convento per avere un aiuto.

Breve aggiornamento

Pace e buon Natale,

Chiedo scusa per il ritardo eravamo veramente presi di tante cose qui in convento.

Allora abbiamo iniziato all'inizio del mese di dicembre abbiamo fatto 90 pacchi, la gente era molto grata e contenta abbiamo chiesto a loro di pregare per i benefattori anche noi preghiamo per loro.

vi mando qualche foto del lavoro fatto.

grazie mille.

Fr. Elias

Aggiornamento

Pace e buon Natale,

Chiedo scusa per il ritardo eravamo veramente presi di tante cose qui in convento.

Allora abbiamo iniziato all'inizio del mese di dicembre abbiamo fatto 90 pacchi, la gente era molto grata e contenta abbiamo chiesto a loro di pregare per i benefattori anche noi preghiamo per loro.

vi mando qualche foto del lavoro fatto.

grazie mille.

Fr. Elias

Il progetto in sintesi

Zahle, è una città nella valle della Beqaa in Libano a circa 40 km da Beirut, qui i frati lavorano con le famiglie locali, i profughi e i musulmani.

Nel 2019 è iniziata in Libano una rivoluzione, con la speranza del miglioramento del paese ma purtroppo è stato l’inizio di una crisi economica che sta aumentando in modo molto veloce. Oggi in Libano la crisi economica ha portato alla disperazione molte persone. Molte persone hanno lasciato il paese cercando una vita migliore, ma molte non hanno la possibilità di andare via dal Libano e subiscono il peso della crisi e della mancanza di prodotti alimentari o da acquistare ad altissimi costi. 

A Zahle la gente bussa sempre alla porta del convento per chiedere un aiuto e i frati danno ciò che possono. La povertà aumenta molto velocemente e fino ad oggi non c’è nessuna via d’uscita.

Hanno chiamato questo progetto “candela accesa” per poter aiutare le persone con un aiuto alimentare. La cosa bella di questo progetto è che include tutte la religioni libanesi, oltre alla comunità Filippina, alcune famiglie musulmane e siriane. L’idea del progetto e di poter preparare al mese 90 pacchi che contengono prodotti di cui ogni famiglia ha bisogno e che oggi non possono più comprare. Hanno pensato di mandare ogni mese un scatola per ogni famiglia

I Frati hanno cercato aiuto a Zahle per i prodotti ad un prezzo più basso e hanno ricevuto offerte, e alcuni hanno offerto alcune scatole gratis.

Il lavoro si svolge in convento sotto la chiesa perché hanno una grande sala e lavoreranno con l’OFS e la Gifra. Hanno pensato di far lavorare anche un giovane, pagandolo per aiutarlo a terminare gli studi senza doverli interrompere o andar via dal Libano.

Il progetto di sostegno alle famiglie si sviluppa nell’arco dei prossimi 3 anni, ma per procedere gradualmente chiedono di sostenere la richiesta di aiuto per il primo anno 2022-2023.

Referente: Fra Elias Paolo Marswanian ofm conv.