Aggiornamenti dei progetti

Breve aggiornamento da P. Jean

Buongiorno,

Ho ricevuto la vostra mail ed è con tristezza che vi dico che finora la situazione del Togo, col Covid 19, è tuttora problematica. Mentre i paesi confinanti stanno aprendo poco poco, noi siamo ancora "bloccati" dal Governo, dato che ci sono nuovi casi scopreti in diverse zone del paese. Le chiese, le scuole sempre chiuse... Tante attività sono bloccate. L'acceso a Lomé, la Capitale, è soggetto a PERMESSI concesio dal Ministero dell'Amministrazione territoriale. Pur il mio vescovo viene raramente in diocesi.

Vi do conferma che,. appena si sblocca la situazione, vi faccio sapere. 

Contateci.

Cari saluti

P. Jean EDOH

Aggiornamento di P. Jean

Buona sera,

Ho appena ricevuto la vostra mail e ringrazio per essa. 

Purtroppo la nostra situazione riguardo al problema del virus, come quella di tanti altri paesi africani è molto delicata in queste ultime settimane.  E' la terza settimana che le nostre chiese sono chiuse. Impossibile andare a Lomé la capitale. Il governo costringe le gente a stare in casa. Tante attivita' sono per ora chiuse. Come in Italia la Pasqua non si festeggia in comunita' parrocchiale. 

Tutto sommato siamo bloccati, per il momento. Pertanto non siamo in grado di andare avanti per il progetto "pisicultura".

Vi prometto di informarvi appena riusciamo a muoverci.

Daltronde il mio vescovo, da novembre scorso nominato arcivescovo di Lomé (stiamo aspettando la nomina di un nuovo vescovo), viene di rado in diocesi, ora solo per necessita'. 

Vi preghiamo di avere pazienza con noi e il mio impegno non verra' meno per la realizzazione del progetto. I soldi inviati sono ancora fermi in banca.

Siamo in preghiera per il mondo intero, sapendo che l'Italia è stata colpita molto... 

Buona salita verso Pasqua. 

Con cari saluti.

P. Jean Edoh 

Il progetto di giardinaggio funziona! E bene!

E' stato necessario attendere un bel po' di tempo prima di dare inizio a questo progetto.

La particolare abbondanza di piogge non permetteva le operazioni di deforestazione, falciatura e raccolta delle sterpaglie per poter utilizzare il terreno per l'agricoltura.

Quando finalmente si è potuto procedere, ecco che il terreno fertile ha garantito da subito una buona lavorazione, una buona semina e anche dei buoni frutti, come si vede dalle foto.

Per quanto riguarda la piscicoltura, le macchine adatte per scavare i bacini non potevano accedere al sito per paura di impantanarsi.

Attendiamo che il terreno si asciughi adeguatamente, per poter procedere con lo scavo e la realizzazione del progetto

 

 

Aggiornamento

Il progetto ha avuto inizio in aprile, come da programma, passata la stagione delle piogge. 

Tuttavia ci sono stati venti molto forti, che hanno rallentato molto la semina e che hanno impedito di preparare adeguatamente il terreno. 

Solo in giugno è stato possibile piantare le prime sementi e comunque si vedono già le piantine

Il progetto in sintesi

La località di Oulatsé si trova a 13 km da Atakpamé. È un grosso villaggio, il cui accesso è molto difficile nella stagione delle piogge. È un villaggio agricolo ed abitato prevalentemente da giovani. I terreni sono molto fertili e l’economia si basa sulla vendita dei prodotti agricoli.

L’associazione " Aube Nouvelle" ha un terreno di 8 ettari che appartiene alla diocesi e i lavoratori di preparazione del terreno sono stati fatti dai villaggi circostanti.

Il progetto ha lo scopo di implementare delle cooperative agricole che finora sono loro sconosciute. Soprattutto donne e giovani saranno i beneficiari di questo progetto, apprendendo tecniche innovative che permettano loro uno sviluppo maggiore delle attività e conseguenti guadagni per il loro sostentamento.

Il progetto si realizzerà nella stagione delle piogge, aprile/maggio.

Referente: P. Amana Augustin, P. Madou Guillaume