Aggiornamenti dei progetti

Un aggiornamento dal nostro intermediario:

Buongiorno Silvia.

Ho sentito questa mattina Albert che mi ha riferito che la fase di rialzamento e ricostruzione è quasi terminata e si procederà ora alla realizzazione dell’armatura in cemento armato che darà solidità a tutta la mura.

Prevedo di andare a inizi gennaio e sarà l’occasione per realizzare il portone di entrata con il rifacimento di 3 pilastri con una guida di scorrimento. E’ stata realizzata anche la guardiola per il guardiano, che all’inizio non era stata prevista.

Ricevete un caro saluto e a presto.

Carlo 

Il progetto in sintesi

La Communauté Abel si occupa del reinserimento di bambini e giovani in rottura con la società (famiglia, scuola, lavoro) e si articola in tre diverse strutture: il Centre Abel (centro educativo e di formazione professionale), il Carrefour Jeunesse (centro socioeducativo in ambiente aperto) e il CDRF (Centro di documentazione, ricerca e formazione). L’attività è organizzata con corsi di formazione professionale, di alfabetizzazione, presa in carico alimentare e sanitaria, sostegno psico-sociale e reinserimento socio economico.

Il Centre Abel é una fattoria di circa 20 ettari poco fuori il Comune di Grand Bassam, su cui sorgono oltre agli ateliers dedicati alla formazione in falegnameria, agricoltura e allevamento, aule di alfabetizzazione e campi sportivi, anche un dormitorio per l’accoglienza residenziale (in particolare di minori in conflitto con la legge), le cucine e il refettorio, gli uffici dell’amministrazione e la casa che accoglie i volontari.

Questi edifici sono stati costruiti agli inizi degli anni ’80. Da allora gli interventi su di essi si sono limitati alla manutenzione ordinaria ma dopo quarant’anni e anche in considerazione dei mutati standard di igiene e sicurezza richiesti, è necessario un profondo intervento di ristrutturazione. I lavori di ristrutturazione sono iniziati a giugno 2021 con la Casa dei volontari.

La richiesta a C.A. prevede un intervento per quanto riguarda: il muro di cinta (per un perimetro di circa 500 metri lineari) per riparare alcuni tratti crollati, alzarli e rinforzarli; sostituire il cancello principale di accesso, guasto, con uno più robusto; ripristinare e aggiungere nuovi lampioni per l’illuminazione dei sentieri interni del Centro; rifare le strade interne del Centre, aggiungendo un sistema di drenaggio per le acque piovane.

Referente: Sig. Leone De Vita