Aggiornamenti dei progetti

Primo resoconto:

Il 6 di Marzo l’ingegnere presenta il lavoro svolto nella prima fase, che é:

1- Acquisto del materiale della struttura di copertura metallica

2-Preparazione dei luoghi dove vanno poste le strutture metalliche

3-Materiale comprato: 115 tubi metallici di 50mmx50mm; 64 tubi metallici di 60mm x 40; 50 tubi metallici di 40mm x 40; 21 tubi metallici di 40x60mm.  Acquisto di dischi, 5 scatole di elettrodi e tinta primaria.

 

Il progetto in sintesi

Questa piccola Congregazione è stata fondata nel 1992 nell’Arcidiocesi di Nampula, nel nord del Mozambico, da D. Manuel Vieira Pinto. La spiritualità è quella del Terzo Ordine Francescano. Sono presenti a Nampula e a Lichinga

Miruthu, è un villaggio appartenente a Momola dista circa 33 km dalla città di Nampula, dove le suore sono presenti dal 1997. Dipendente dall'agricoltura familiare, la popolazione di Momola, circa 11.600 abitanti, vive in assoluta povertà e in questo luogo, dopo la guerra civile durata 16 anni, non sono mai state avviate iniziative di alcun genere che indicassero orizzonti per l'insediamento di un sistema socio-economico sostenibile in quest'area.

Con la presenza delle suore è stata costruita una scuola primaria, che su richiesta della stessa popolazione è stata trasformata in scuola secondaria, con l'aiuto di diversi missionari e altri partner locali, fino a raggiungere le 12 aule. La scuola in questo anno accademico è stata frequentata da alunni dall'ottavo al dodicesimo grado, in totale 350, di cui 73 ragazze che vivevano in collegi e il resto in scuole diurne presso famiglie vicine e enti di beneficenza, altrimenti sarebbero costrette a percorrere lunghe distanze per accedere all'unica scuola secondaria della zona.

La Congregazione ha costruito il 2° blocco della Scuola, con 6 aule come il primo, ma dopo il completamento e prima di essere consegnato alla Congregazione, è stato distrutto da un forte temporale che ha devastato la popolazione di quella zona e ha lasciato anche il nuovo edificio scolastico in un elevato stato di degrado.

Chiedono pertanto, come primo intervento, di riabilitare le 6 aule, che consisterà in: copertura e controsoffitti, sistemazione di finestre, porte, riparazione delle porte, pavimentazione e tinteggiatura.

I diretti beneficiari di questa richiesta sono la comunità studentesca, i docenti e tutto il personale di supporto in un universo di 400 persone.

Referente: Irma Deolinda Maria Edmundo Pires e Herminia Paulo da Cruz, Nossa Senhora da Paz e da Misericordia